ALOE VERA – da bere o in crema,un dono per la salute!


aloe

Di recente ho provato una crema all’aloe vera della LRInternational e devo dire che mi sono trovata davvero bene in quanto la mia pelle è rimasta bella, liscia e molto molto nutrita.Perciò, oggi mi tocca a parlare dell‘aloe vera e delle sue miracolose proprietà.

L’Aloe vera  è una pianta succulenta della famiglia delle Liliaceae che predilige i climi caldi e secchi.È una pianta carnosa, alta sino ad 1 m e le sue foglie sono disposte a ciuffo, lunghe 40–60 cm, lungamente lanceolate, con apice acuto,sono carnose e presentano spine solo lungo i lati. L’uso dell’aloe è molto antico, come testimoniato dal testo cuneiforme di alcune tavolette d’argilla ritrovate sul finire dell’Ottocento da un gruppo di archeologi nella città mesopotamica di Nippur. Era nota e utilizzata anche dagli egiziper i preparati per l’imbalsamazione (da qui “pianta dell’immortalità”) o per la cura e l’igiene del corpo o come cicatrizzante.

Lo studio sistematico di questa pianta tuttavia iniziò solo nel 1959, grazie a un farmacista texano, Bill Coats, che mise a punto un processo per stabilizzare la polpa aprendo la strada alla commercializzazione dell’aloe senza più problemi di ossidazione e fermentazione.

L’aloe è ricco di: gli zuccheri complessi – in particolare glucomannani tra cui spicca l’acemannano – nel gel trasparente interno, con proprietà immuno-stimolanti; gli antrachinoni nella parte verde coriacea della foglia, ad azione fortemente lassativa, e svariate altre sostanze, come sali minerali, vitamine, aminoacidi, acidi organici, fosfolipidi, enzimi, lignine e saponine.  

E’ già noto il fatto che lo stress ossidativo,favorito da fattori chimici, fisici, biologici, mentali e nutrizionali; accelera il fisiologico processo di invecchiamento cellulare ed è il responsabile di diverse patologie degenerative.Di conseguenza è molto importante l’assunzione costante di succo di Aloe nella dieta,non meno di 100 ml di succo puro al giorno.I minerali (soprattutto manganese, rame, selenio) contenuti nel succo di Aloe sono dei costituenti degli enzimi superossido dismutasi e glutatione perossidasi, due importanti agenti antiossidanti. L’aminoacido prolina, parte costituente del collagene e le saponine favoriscono inoltre  una migliore e più rapida esfoliazione cellulare.Le vitamine (in particolare la vitamina C, E, B2, B6) e la cisteina, sono anche loro dei potenti antiossidanti capaci quindi di combattere i danni cellulari provocati dai radicali liberi.

Indicazioni terapeutiche:

  • Rigenerante: stimola la crescita dell‘epitelio sulle ferite;
  • Proteolitica e cicatrizzante: dissolve e assorbe enzimaticamente le cellule morte o danneggiate, stimolando il processo rigenerativo;
  • Antiinfiammatoria: accompagna e aiuta a superare il processo infiammatorio;
  • Antipiretico: dà sollievo al bruciore da scottature, infiammazione e febbre;
  • Umettante: è idratante, favorendo la ritenzione di acqua nei tessuti della pelle;
  • Analgesica: dà sollievo al dolore, anche in profondità;
  • Fungicida: ostacola la crescita dei funghi;
  • Virostatica: ostacola la crescita dei virus;
  • Batteriostatica: ostacola la crescita dei batteri;
  • Emostatica: riduce la fuoriuscita di sangue nelle lesioni;
  • Antiprurito: dà sollievo nel prurito;
  • Disintossicante: aiuta la disintossicazione del corpo dalle impurità delle tossine;
  • Proprietà antitumorali;
  • Rinforza il sistema immunitario.

Prima di  iniziare una terapia con il gel di aloe e neccesario parlare con il proprio medico curante, in quanto ci sono anche delle controindicazioni:

  Il succo di aloe vera è altamente sconsigliato alle persone con sindrome del colon irritabile, colite, emorroidi o ulcere perchè i suoi componenti lassativi potrebbero creare dei disturbi del tipo mal di stomaco e diarrea.

Il succo di aloe vera può  provocare l’abbassamento dei livelli di potassio. Ecco perché è sconsigliabile l’usoper i bambini e per gli anziani. Ci stanno dei casi di persone allergiche a questa pianta quindi può causare eruzioni cutanee o infiammazione.

Un altra controindicazione dell’utilizzo dell’aloe vera è la possibile interazione con diversi tipi di farmaci. L’aspetto da non valutare è la bellezza della nostra pelle.Sul mercato ce ne stanno tanti prodotti per la cura della pelle che contengono questa pianta anti-age.Tra altro prodotti che danno risultati notevoli.Quindi per l’interno aloe gel da bere,per l’esterno creme e cremine,il tutto quanto ,ricordatevi sempre,senza eccedere perchè quando e troppo…..non va bene!

Olio Garnier all’argano per capelli più brillanti e soffici!!!


image

Una delle parti del nostro corpo che richiede più attenzione,a mio aviso, sono i capelli.Morbidi,lisci,ricci,grassi,secchi,crespi,qualunque tipo di capelli abbiamo,dobbiamo curarli per mantenerli sempre sani e in ordine.Io da un pò di tempo uso l’olio Granier Miraculous Oil ,che ha una formula arricchita con Olio d’Argan. E’ semplicemente meraviglioso grazie alla sua  texture piacevole, che avvolge i  capelli e dona una nutrizione istantanea.
Io mi dichiaro soddisfata perchè ogni volta che lo uso, i miei capelli sono morbidi e protetti, irresistibilmente soffici al tatto e splendono di bellezza.

INCI: CYCLOPENTASILOXANE.DIMETHICONOL,ARGANIA SPINOSA OIL,ETHYLHEXYL METHOXYCINNAMATE,CAMMELIA SEED OIL,LIMONENE,LINALOOL,BENZYL ALCOHOL,GERANIOL,CITRONELLOL,HEXYL CINNAMAL,PARFUM.

Consigli d’uso: applica prima dell’asciugatura per nutrire i capelli e facilitare la piega, o in qualsiasi momento della giornata, per ravvivare la piega e la loro brillantezza.

Che dire? Brilla,nutre e ripara!!!

I PISTACCHI -che potenza! Toccasana per il sistema cardiovascolare!


   pistacchio

    Ma chi non ama i pistacchi? Sgusciati, spesso tostati e salati, sulle torte, per preparare dei gelati,delle creme,delle bevande e per la produzione di salumi, o come condimenti per primi e secondi piatti,i pistacchi sono per il nostro palato una vera delizia!

   Quanto conosciamo sul pistacchio e sulle sue proprietà?  

   Il pistacchio è un albero della famiglia delle Anacardiaceae che può raggiungere un’altezza di circa 12 metri e un’età di 300 anni.È originario del Medio Oriente, dove veniva coltivato già in età preistorica, particolarmente in Persia.Il frutto del pistacchio è un frutto secco dal colore verde ed è racchiuso in un guscio rigido dall’aspetto legnoso.

   I pistacchi sono costituiti:

per il 3,9% da acqua,per il 20% da proteine,il 27% da carboidrati,3% ceneri,10% fibre,7,6% da zuccheri e 1,5% da amido;

  • di minerali:Calcio,Fosforo,Potassio,Fero,Zinco,Magnesio,Manganese,Fluoro e Rame;
  • vitamine:vit A,le vitamine B1,B2,B3,B5,B6,vit C e la vit E;
  • aminoacidi:l’arginina,l’acido aspartico e l’acido glutammico,fenilalanina,la serina e la valina.

     Quello che meno sappiamo sui pistacchi è che il loro contenuto di  vitamina E, in particolare di gamma-tocoferolo,gli rendono un vero scudo per la protezione del sistema cardiovascolare.. Il loro contenuto di grassi monoinsaturi e polinsaturi favorisce inoltre, l’abbassamento del colesterolo cattivo (Ldl) nel sangue

      Gli studiosi della nutrizione,hanno  reso noto, durante il recente International Congress of Nutrition di Granada, il fatto che i pistacchi e in generale la frutta secca col guscio, giocherebbero un ruolo importante nel ridurre i rischi di una patologia molto diffusa,ovvero il diabete di tipo 2.

    Il nutrizionista Giorgio Donegani, presidente della Fondazione italiana per l’educazione alimentare sostiene il fatto che:

        ”In effetti, la ricchezza di fibre, unita alla particolare composizione dei grassi contenuti nel pistacchio, può da un lato aiutare la modulazione della glicemia postprandiale e dall’altro contribuire efficacemente a un miglior profilo dei lipidi ematici, funzionale alla protezione cardiovascolare.”

   Inoltre, un’altro studio condotto dai ricercatori del Dipartimento di Medicina, Brigham and Women’s Hospital e della Harvard Medical School di Boston,ha rilevato il fatto che i pistacchi sono di reale aiuto per la prevenzione di tumori come quello del pancreas e quello al seno.